Gli irrecuperabili non esistono. Incontro con Davide Cerullo

 

«[…] Ci ha raccontato della sua vita e ci ha parlato della nostra, dobbiamo usare la testa e non accontentarci della via facile, bisogna essere onesti e non furbi». Valerio (5N)

«[…] Schietto perché ama l’onestà, come la ama chi è stato senza». Chaimaa (4L)

«[…] è stato in grado di reagire e di dire no» Alice (4L)

«[…] la sua storia molto difficile mi ha fatto ragionare molto sulla fortuna che ho avuto nel trascorrere la mia infanzia e la mia adolescenza in maniera libera» Andrea (4L)

«[…] la gente può cambiare anche dopo una “vita” di errori» Luca (5 N)

«[…] Mi ha fatto capire di quanto sia importante “sapere”» Andrea (5N)

 

Lunedì 4 febbraio 2018, presso la sede di Elsa Morante dell’Istituto “Tor Carbone”, un numero cospicuo di studenti ha accolto lo scrittore napoletano Davide Cerullo: un incontro singolare, durante il quale i ragazzi sono stati totalmente rapiti dal racconto di un’esperienza di vita vissuta. Cerullo, infatti, ha raccontato la sua sorprendente storia, la quale appare innanzitutto come storia di un riscatto personale, che ha però la forza e la spinta di una redenzione universale dal male; e questo perché nessuno – come recita il sottotitolo del libro dal quale è stata avviata la conversazione, ossia Poesia cruda. Gli irrecuperabili non esistono – potrà dirsi irrecuperabile fino a quando avrà uno scopo nella vita, fino a quando non verrà lasciato solo e custodirà la forza e il desiderio di dire; fino a quando, insomma, conserverà e userà il potere della parola, esercitando in tal senso il pensiero libero. Storie di vita vissuta, quindi, raccontate in mezzo a loro, con loro, ragazzi ai quali lo scrittore e fotografo di Scampia ha voluto donare messaggi importanti: l’importanza dei valori, come quello della famiglia; la scuola, come opportunità di crescita e di emancipazione; il rispetto della legalità; la presenza dello Stato, come garante della libertà di ciascun individuo; il valore del denaro, la dignità del lavoro, la bellezza e la ricchezza della musica e della poesia. Sopra ogni altra cosa, la parola: salvato da questa, dal suo potere, dal suo splendore, e da quel momento, solo tra molti, membro x in una famiglia numerosa, circondato e adescato dalla criminalità, schiavo della noia, attraverso di essa, la parola, imparare a riconoscere il male, per allontanarsene e combatterlo, ma anche per creare nuova magnificenza e cercare la poesia nella prosa del mondo reale. Offrirsi come la mano che compone i versi contenuti in tutte le Scampie del mondo; e così facendo esprimere, con coraggio, l’amore per la vita, nonostante le difficoltà e la complessità, anzi, in misura maggiore. Ecco perché il suo ultimo libro – come pure i precedenti, con Alessandro Pronzato o Erri de Luca, tra altri, per case editrici italiane e straniere, come la Gallimard – ha già un senso: ha unito persone, come già in altri luoghi in Italia e nel mondo; ha parlato direttamente al cuore dei giovani, creando interesse, generando futuro.

A seguire, l’incontro – curato dal prof. Giuseppe Varone, in collaborazione con il prof. Abdo Grahieb e la Dirigente Cristina Tonelli – è consistito nella diffusione di immagini fotografiche che hanno reso questo scampato alla camorra, ritornato a Scampia, celebre in Europa: cosa ha fotografato? In special modo gli occhi dei bambini, coloro ai quali la criminalità e l’assenza dello Stato hanno bruciato le ali. Coloro ai quali Cerullo ha dato un volto, un nome e una storia, e ora anche un doposcuola con l’associazione “Insieme”, per sottrarli al guadagno facile, al tedio, all’ignoranza, con lo scopo di garantirgli un’infanzia, un’adolescenza e una giovinezza fatta di favole, esperienze, successi, ambizioni, scopi e valori.

A conclusione del tutto molti dei ragazzi hanno ringraziato Cerullo e cosa ancora più emblematica hanno comprato il suo libro: 1 a 0 per la parola contro il silenzio dell’ignoranza.

 

scuolanext

Registro elettronico

Accesso Famiglie
Il Codice Scuola da inserire insieme alle credenziali già
fornite è il
seguente: SG20135
Accesso Docenti

Amministrazione Trasparente

amministrazione trasparente

Albo Pretorio on line

albo on line


Vai all'inizio della pagina